È in arrivo il ParmaWorkCamp 2009

I blogger si preparano a spostarsi da tutta Italia, la lista degli argomenti da trattare si allunga ogni giorno per il Parma Work Camp.

Domani (venerdì 20 marzo) inizia il ParmaWorkCamp, di cui abbiamo già parlato e di cui Liquida è media Partner. Il tema che verrà discusso è importante e più che mai attuale: il rapporto fra il Web e il mondo del lavoro, in tutte le sue possibili declinazioni. Proprio per questo motivo, al barcamp parteciperanno figure professionali diverse, dalle aziende ai lavoratori della rete, portando le loro esperienze e i loro punti di vista in merito a questa nuova opportunità di gestione del lavoro.

parmaworkcamp 2009
Parma WorkCamp 2009, l’organizzazione per il 20 Marzo – Magazine.liquida.it

Il centro congressi del Parco Eridania ospiterà, nelle due giornate di venerdì 20 e sabato 21 marzo, ospiterà due eventi che condividono la trattazione di questo argomento, ma con forme diverse: venerdì 20 si terrà la tavola rotonda dal titolo Impresa e Web 2.0 (qui la pagina Facebook), durante la quale interverranno professionisti legati a questo tipo di interazione, come spiega il blog ufficiale del barcamp, ParmaWorkCamp:

Non solo barcamp. Venerdì 20 Marzo, infatti, abbiamo organizzato una tavola rotonda come evento “apripista” al barcamp del sabato. L’obiettivo dell’incontro, all’indomani del barcamp sul tema “Lavoro e web”, è quello di riunire professionisti che cercano quotidianamente di fare convivere i nuovi paradigmi del Web 2.0 all’interno di organizzazioni ancora legate ad un modo di comunicare e collaborare spesso poco moderno ed efficiente.

Gli eventi di sabato 21

Sabato 21 sarà la volta del barcamp vero e proprio, e a tal proposito vediamo quali sono le attese e le intenzioni dei tanti blogger che hanno deciso di partecipare. Per Sid05.blogspot.com il ParmaWorkCamp capita davvero al momento giusto e tratta un tema che va oltre all’attualità e tocca gli interessi personali, come scrive in tono entusiasta:

eventi sabato 21
Trovare lavoro con i social network, è possibileé? – Magazine.liquida.it

“Premetto che per me si tratta di hot topic, in questi giorni ho riempito twitter, friendfeed e la stanza dei lavoratori del web di domande; come fatturare con l’estero, quale sistema di e-commerce usare ed un sacco di altri strambi quesiti, dal tecnico al commerciale. […] quale migliore occasione per approfondire questi temi di persona e con altri “simili”. Se infatti dovessi trovare un difetto al lavoro da freelance, sarebbe la quasi totale mancanza di confronto, confronto diretto intendo. Poter discutere e magari risolvere un problema che da soli sembra irrisolvibile, avere un giudizio diretto e tempestivo o semplicemente delegare 1 ora di lavoro sono situazioni che mi si presentano spesso, come sogni.”

Su Il blocco-note di Markingegno, Donato segnala alcune idee e spunti sul tema “trovare lavoro tramite i social network”, raccolti su Tagliablog, che porterà con sé al ParmaWorkCamp:

Per molti ma non per tutti. Non tutti hanno le stesse probabilità di trovare lavoro tramite un social network, molto dipende da cosa stai cercando. Se sei un pizzaiolo o un ingegnere aerospaziale, Twitter può essere utile, ma sicuramente ci sono altri canali più indicati per cercare una opportunità di assunzione. Cerca quei canali, chiedi agli amici, a chi conosci che fa già il mestiere che ti piace.

Il curriculum è morto, viva Linkedin. Si sa, non sempre è bello dirlo, ma anche in periodo di recessione c’è chi ci guadagna. In questo caso, l’accresciuto bisogno di fare rete per trovare lavoro, indotto dalla recessione, favorisce Linkedin, social network che nasce proprio con questa finalità. E’ da lì che è opportuno partire. Personalmente, in molti casi non ho inviato il curriculum, ma solo una mail di presentazione con un link al mio profilo su Linkedin ed altre fonti di informazioni rilevanti. Anche questa possibilità va valutata in base alle caratteristiche dell’aziende a cui stai sottoponendo la candidatura.

Se state decidendo di partecipare al ParmaWorkCamp, tenete presente anche la possibilità di usufruire del servizio di RoadSharing organizzato da chi ci sarà. E se proprio non potrete essere presenti, tenete d’occhio le pagine di Liquida Magazine: gli aggiornamenti in tempo reale non mancheranno!

Impostazioni privacy