ParmaWorkCamp live blogging. Giorno 2: arrivano i blogger!

Al via, a Parma, la seconda giornata del ParmaWorkcamp: è quella dedicata al barcamp vero e proprio. Gli interventi si susseguono e, intanto, arrivano già le prime reazioni.

Il Centro Congressi del Parco Eridania si sta popolando di blogger – già più di cento i presenti -che arrivano al ParmaWorkCamp con flusso costante, si presentano o si ritrovano salutandosi con entusiasmo.

Blogger eccoli
Arrivano i blogger (Magazine.Liquida.it)

L’atmosfera è molto vivace, e mentre all’esterno si sta allestendo il gazebo che permetterà ai blogger di sfamarsi, all’interno iniziano a susseguirsi gli speech, in perfetto orario: evento più unico che raro nella storia mondiale di tutti i barcamp.

In attesa di potervi riferire su alcuni degli interventi in programma per oggi, leggiamo insieme le ultime notizie lasciate sulle loro pagine dai blogger che ora sono qui, e anche le prime reazioni alla tavola rotonda “Impresa e Web 2.0″ che si è tenuta ieri pomeriggio.

Ecco le aspettative di Niki, su Diario semistupido, poco prima della partenza per Parma:

Mi è stato chiesto che aspettative abbia al riguardo. Una risposta potrebbe essere che mi aspetto di incontrare persone, anzi, è l’aspetto che mi interessa di più. Con diversi di quelli che saranno presenti al WorkCamp già interagisco da tempo in rete, incontrarli de visu sarebbe solo un completamento del quadro. Adoro poi le contaminazioni. Sono per il mescolamento di esperienze, idee e prospettive, anche – soprattutto – quando hanno provenienze diverse. […] Altra cosa: vado per ascoltare. Voglio ascoltare il più possibile e magari prendere qualche appunto. Sono curiosa di assistere ai vari interventi per poi vedere se alcune idee che ho possono trovare fondamento. Il tema del camp è di quelli importanti, il lavoro, molto più importante di quanto avrebbe potuto esserlo solo un anno fa.

E, a giudicare dall’elenco dei talk proposti dai partecipanti, c’è da pensare che Niki sarà sicuramente soddisfatta: la serie di post-it che affolla la lavagna del centro congressi parla di diffusione di curricula ai tempi del 2.0, consigli per un perfetto colloquio via Web, e di come rapportarsi con un capo anche solo attraverso la Rete.

E su questi e altri temi vi terremo informati nelle prossime ore, ma nel frattempo è già possibile leggere alcuni post dedicati alla tavola rotonda di ieri, che Liquida ha seguito in diretta con due articoli.

Marco Camisani Calzolari, che è stato il primo relatore, aveva presentato così sul suo sito l’intervento per la tavola rotonda:

Marco Camisani Calzolari aprirà la tavola rotonda parlando del tema “Web Marketing e Comunicazione Digitale per l’impresa”: un cappello introduttivo al tema dell’incontro, per comprendere le potenzialità del “nuovo” Web e dei nuovi strumenti che le aziende possono utilizzare per rendere più efficienti le loro attività online. Sarà illustrato un modello interpretativo innovativo a quattro direzioni, in grado di sciogliere molti dubbi sulla comunicazione web ed evidenziarne le concrete opportunità di applicazione. L’insieme di questi quattro differenti modelli costituisce una fotografia completa dei diversi casi che un’impresa può trovarsi ad affrontare.

Parla Alessandro Viani

Viani parla
Le parole di Viani (Magazine.Liquida.it)

Anche Alessandro Viani su digitalinnovation parla a caldo dell’intervento proposto ieri pomeriggio:

Sono di ritorno dalla tavola rotonda che precede il barcamp di domani. Belle sensazoni e bella esperienza in generale. Ho avuto modo di conoscere Marco Camisani Calzolari, ha aperto l’incontro con una presentazione perfettamente in linea con la sua professionalità ed il suo carisma. Certo che si vede quando uno sa comunicare bene. Dopo è toccato al sotttoscritto, come reggere il confronto: praticamente impossibile. Cmq è andata ed ho pubblicato il powerpoint della presentazione che ho presentato su slideshare.
“PMI e Web” è un tema caldo, pieno di tante sfaccettature da approfondire e di tante potenzialità inespresse da analizzare. Sono emersi molti modi diversi di vedere la stessa cosa, ma tutte con un unico denominatore: la maggior parte delle PMI ha un gran potenziale inespresso e non sono di facile approccio.

LeVieDellaRicchezza stila un preciso riassunto degli interventi della tavola rotonda, aggiungendo le proprie impressioni in merito:

ORE 15.25 Inizia la tavola rotonda. Primo relatore Marco Camisani Calzolari. Ottimo intervento, molto veloce purtroppo (il tempo è sempre tiranno) rispetto alle informazioni fornite. Avrò bisogno di meditarci sopra. La cosa che mi ha particolarmente colpito è l’idea di “agire” sulla persona, per poter trarre il massimo effetto dai nuovi sviluppi tecnologici. Occorre impegnarsi sul fronte “culturale”, per aiutare a cambiare il modello di pensiero.
ORE 15.55 Secondo relatore: Alessandro Viani. Ha esposto il settore in cui, Digital Innovation si muove, portando in chiusura, due esperienze personali di intervento con due aziende locali.
ORE 16.15 Terzo relatore: Linda Serra Si occupa di mettere in relazione i nuovi strumenti digitali, con le aziende che ne “vorrebbero” trarre utilità.
ORE 17.10 Dopo una pausa di 15 minuti circa, si riprende con il quarto relatore, Luigi Grimaldi. In questa seconda parte della tavola rotonda, ci si concentrerà meno sulla comunicazione, e più sul modo specifico con cui le aziende possono muoversi per “far collaborare” le persone, utilizzando gli strumenti che la rete mette a disposizione. Gli strumenti Web2.0 all’interno di un’azienda, si definiscono Enterprise 2.0.
Impiego del tempo quotidiano
* 20% – per capire cosa fare;
* 40% – per svolgere il proprio lavoro;
* 60% – tutto il resto, chicchiere con i colleghi, pause caffè, interazioni sociali generali.

Ora non resta che aspettare i talk di oggi (e Paul the wine guy, ovviamente), su cui vi terremo aggiornati nel pomeriggio… al workcamp sono tutti indaffarati, e come potrebbe essere diversamente?

Impostazioni privacy